FANDOM


La prima stesura di questo articolo è tratta da Wikipedia ed è coperto dalla GNU Free Documentation License.
Lgplv3

LGPL v3

La GNU Lesser General Public License (abbreviata in GNU LGPL o solo LGPL) è una licenza creata dalla Free Software Foundation, studiata come compromesso tra la GNU General Public License e altre licenze non-copyleft come ad esempio le cosiddette Licenza BSD, la Licenza X11 e la Licenza Apache. Il suo scopo è di essere appetibile per aziende e progetti che sviluppano software proprietario, tutelando al tempo stesso la comunità del Software Libero da abusi da parte delle stesse. Il testo originale è disponibile all'URL http://www.gnu.org/copyleft/lesser.html. Sul sito ufficiale è disponibile un elenco delle traduzioni (non ufficiali) delle licenze GNU, tra le quali l'italiano.

Stabilisce il copyleft sul singolo file di codice sorgente, ma non sull'intero software. Questo comporta che, per esempio, del software rilasciato sotto licenza LGPL può essere incluso liberamente in un'applicazione licenziata sotto condizioni proprietarie, a patto che le modifiche apportate al codice sorgente del software stesso vengano rese pubbliche; tutti gli altri file dell'applicazione possono essere rilasciati con licenza proprietaria e senza codice sorgente. È utile quando si sviluppano librerie, in modo da rendere compatibili programmi liberi e non. Un tempo era infatti chiamata "GNU Library General Public License".

Testi delle licenze LGPLModifica

Testi originali, in inglese
Traduzioni non ufficiali, priva di valore legale

Vedi ancheModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.